Piatti tipici Francesi: La Ratatouille

Piatti tipici francesi

La cucina francese è molto rinomata a livello internazionale. Conosciuta in ogni angolo del mondo, per la sua storia, la  raffinatezza delle preparazioni  e l’eccellenza delle materie prime, non a caso nel 2010 è stata riconosciuta dall’Unesco come Patrimonio mondiale dell’Umanità perché mirabile testimonianza della tradizione e della cultura alimentare storica di questo paese.

Siete appassionati di cucina, vi piace sperimentare novità culinarie o siete turisti in procinto di partire per la Francia per un vero e proprio tour gastronomico?

In tutti i casi, allora, non potete perdervi questo gustoso viaggio a spasso tra le specialità francesi e le pietanze d’Oltralpe che non potete fare a meno di assaggiare!

Baguette francese

Prodotti di panetteria

Cominciamo dalla classica baguette, un pane croccante fuori ma morbido dentro, simbolo delle coloratissime e profumatissime boulangerie di Parigi: se è vero che i francesi amano portarla sotto il braccio tra le viuzze di Montmartre e persino in metropolitana, è altrettanto vero che noi non potremo fare a meno di assaggiarla, vuota, sobria e gustosa così com’è, oppure ricca e ripiena di burro e erba cipollina, oppure di tonno, maionese e sottaceti.

I prodotti di panetteria non finiscono certamente qui. Soprattutto i dolci da forno incantano il palato: il pain au chocolat è un morbido saccottino ripieno di cioccolato aromatizzato alla vaniglia, il pain aux raisins è un fragrante pane con uvetta e crema pasticcera e la chausson aux pommes è una deliziosa sfogliatella alle mele profumata alla cannella. Nessun goloso, grande o piccino, può perdersi queste bontà!

Formaggi francesi

Formaggi francesi

Quando si parla di cucina francese, salta in mente del goloso, il ricco assortimento di formaggi francesi: Brie, Camembert, Emmental, Coulommiers, Cancoillotte, Mimolette, Roquefort, Cantal solo per citarne alcuni; i formaggi francesi si prestano bene a essere mangiati assoluti, tagliati a fette oppure accompagnati a stufati di verdure e pane croccante tostato e ovviamente “innaffiati” da un buon vino del territorio, come a esempio un vino bianco alsaziano, un Pomerol o un Meursault (in ottimo abbinamento con il Cantal) o un sidro brut  di Normandia su una gustosa fetta di Camembert.

E non poteva mancare all’appello, la quiche, la mitica torta francese salata a base di pasta brisée e farcita in molti modi: verdure, panna, besciamella o salumi. Esistono diverse ricette della quiche a seconda della regione di provenienza: nella regione della Lorena, la tipica quiche è preparata con panna e pancetta e servita come antipasto.

Le zuppe francesi

Voglia di un piatto caldo e corroborante? La gastronomia francese è famosa anche per le zuppe: la più rinomata è senza dubbio la soupe a l’oignon, ovvero la zuppa di cipolle, un piatto povero, a base di ingredienti tradizionali ma ricchi di gusto e benessere. Oggi si gusta nei migliori e più raffinati ristoranti parigini, ma la tradizione vuole che si preparasse in casa o che si andasse a mangiarla nei bistrot vicini ai mercati generali parigini. Di norma la si gusta servita in ciotoline monoporzione e spolverata con formaggio grattugiato.

Non solo le verdure stufate sono un ottimo ingrediente delle zuppe francesi: un’altra mitica zuppa da non perdere è la bouillabaisse, tradizionale zuppa di pesce originaria della Provenza che possiamo gustare, ottima, anche nei ristoranti parigini del centro. Ma la zuppa simbolo di Parigi è la ratatouille: chi non ricorda il dolcissimo Remy, il topolino che coltiva il grande sogno di cucinare, che nell’omonimo film, prepara questa zuppa ricca di ortaggi? Sono proprio le verdure di stagione, infatti, che la fanno da padrona nella ratatouille: pomodori, cipolla, zucchine, peperoni, aglio, un mix di odori e sapori che ben si integrano fra loro e proprio per questo indimenticabili.

Gratin Dauphinois

Un altro ortaggio che entra in molte specialità della gastronomia francese è la patata che, per la sua versatilità, si presta a moltissime ricette. Il gratin dauphinois è il classico gratin a base di patate, latte, formaggio, panna, burro e aglio; ancora con le patate si prepara il purè – che certamente non ha bisogno di spiegazioni e dettagli visto che fa parte alla grande anche dei nostri menu – e le mitiche patate fritte (pommes frites) alla francese: le patate vengono tagliate a fiammifero e con doppia cottura diventano così dorate e croccanti da essere indimenticabili tant’è che Louis Ferdinand Cèline – celebre scrittore e saggista francese – nel 1932, nel suo “Viaggio al termine della notte” scrisse che è parigino il gusto delle patatine fritte.

I bistrot parigini pullulano di sapori ma anche l’olfatto è sollecitato durante le passeggiate parigine perché la cucina francese fa largo uso di spezie: un mix di odori che viene spesso utilizzato per insaporire le carni e marinare la selvaggina è quello delle 4 spezie francesi a base di pepe nero e bianco, zenzero, chiodi di garofano, noce moscata e pepe della Jamaica.

Gustave Flaubert, scrittore francese, fu sicuramente ispirato dai vini della sua terra quando scrisse che “il vino: lo si schiaccia dolcemente tra lingua e palato; lentamente delizioso, comincia a fondersi: bagna il palato molle, sfiora le tonsille (…) e infine si depone nello stomaco che ride di folle contentezza”.

Vini francesi

I vini francesi sono, infatti, rinomati in tutto il mondo: ogni regione presenta le sue peculiarità ambientali e climatiche per cui ogni angolo di territorio francese vanta il suo vino. Elencarli tutti sarebbe impossibile (le regioni vitivinicole sono circa una quindicina) e ci limiteremo a citare i Borgogna, vini rossi prodotti a partire da vitigno Pinot nero e bianchi a partire da vitigno Chardonnay, e i  Sauvignon, provenienti  dalla zona di Bourdeaux, abbinati a piatti di pesce e formaggi.

Perché non gustare la dolce e frizzante atmosfera delle enoteche parigine? I locali caratteristici nel cuore di Parigi sono praticamente in ogni angolo: eleganti e tipici, raccontano la storia, le tradizioni, gli usi e la cultura di questa favolosa capitale europea anche attraverso le bollicine frizzanti.

Chiudiamo in bellezza questa meravigliosa carrellata di prelibatezze francesi con i dolci: solo per citarne alcuni, la tarte tatin è la tipica torta alle mele, il clafoutis è un dolce a base di cliegie nere, la torta Saint Honorè è una ricca preparazione a base di pasta sfoglia, profiterols e crema chiboust (crema pasticcera alla meringa), l’éclair è un pasticcino raffinato a base di pasta choux, riempito di crema e con copertura di glassa.

 

Non mi resta che augurarvi: Bon appétit!

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...
 

Potrebbe interessarti leggere anche:

 

2 commenti su “Piatti tipici francesi”

  1. Per ritrovare qualche dei tanti prodotti francesi emblematici. Io vi consiglio di buttare un’occhiata sul sito artineos.com ! Ci sono anche delle ricette francesi da fare! Io davvero adoro questo sito !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *