La Senna e il suo Romanticismo

36 Condivisioni

Difficile evocare tutte le stagioni della Senna, quasi impossibile raccontare la storia del lungofiume, dei ponti e della strada più bella della capitale francese. Quello che posso dire è romanticismo che è chiaramente visibile: quindici chilometri di lungofiume collegati da trentasei ponti e fiancheggiati da una sequenza di monumenti che l’Unesco ha inserito nel suo patrimonio.

Sulla Senna passano i bateaux mouches, cosicché Parigi mostra ai turisti le sue meraviglie: Notre-Dame, il Louvre, Le Tuileries, la Tour Eiffel, il Trocadero, insomma, una sontuosa sfilata architettonica che scaturisce da una sapiente ricerca delle prospettive.

La passeggiata fra Rive Gauche e Rive Droite merita circa un’ora: sessanta minuti di emozioni, di suggestioni per assaporare venti secoli di storia iscritti nelle facciate dei palazzi che si incontrano sul cammino.

Questa zona di Parigi merita di essere visitata al mattino presto, al sorgere del sole oppure al tramonto per gustare in toto l’atmosfera che la natura ci regala; inoltre, da un punto di vista pratico ci sono pochi turisti.
Potete fare colazione al Chai 33 (cour St-Emilion, 33) aspettando il sole sorgere. Bellissimo e molto poetico.

Place Dauphine è un altro luogo di culto per gli animi sentimentali, che si rispecchiano nelle acque della Senna. In zona ci sono anche due ottimi ristoranti Paul e Caveau du Palais ai civici 15 e 19 della piazza.

Passeggiando sul quai Malaquais e sul quai Voltaire, detti anche “lungofiume dell’arte” ad ogni passo incontrerete una libreria ma anche antiquari famosi.

Ad un certo punto vi troverete nei pressi del ponte per eccellenza: le pont-neuf. A dispetto del nome è il ponte più antico di Parigi: fu eretto nel 1578. E’ bellissimo, maestoso, imponente, sopratutto la sera quando è illuminato.

E, visto che siete in zona, meritano di essere visitate la Sainte-Chapelle e la Chiesa di Sainte-Sulpice. La Sainte-Chapelle è un capolavoro dell’architettura gotica edificata a metà Duecento per volontà di Luigi IX che volle custodirvi le reliquie della corona di Cristo acquistata nel 1239 a Venezia. E’ formata da due cappelle soprapposte. Quella inferiore che ha tre navate ed è alta 7 metri e quella superiore che è alta 17 metri ed ha un’unica navata. Meravigliose le vetrate.
La Chiesa di Sainte-Sulpice, per grandezza, è la seconda dopo Notre-Dame. Risale al 1210 ma per varie interruzioni è stata ultimata nel corso nel 1700 impegnando ben sei architetti fra cui il fiorentino Servandoni che progettò la maestosa facciata. All’interno ci sono degli affreschi di Delacroix e un meraviglioso organo del 1776.
Duemila anni di storia per una passeggiata che ha tutto il sapore di un viaggio sentimentale.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
      

Tour e biglietti imperdibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.