Alessandro di Alessandro Marras

Il racconto di Alessandro

9 Condivisioni

Alessandro è una persona entusiasta che ama viaggiare e ama comunicare le sue esperienze sul web condividendo le sue avventure non solo attraverso il blog, ma sfruttando al meglio tutti i suoi canali social.
Oggi ci parla del suo viaggio a Parigi.

Il tuo blog mi sembra davvero molto ben curato. Qual è la tua ricetta per proporre contenuti interessanti per gli utenti?


Il Blog vive, muta e si evolve nel tempo… Quello che si vede è semplicemente ciò che io sono e ciò che amo e questo è un momento importante in quanto è variato da iviaggidiale a alessandromarras . Questo non perché lascio il mondo dei viaggi naturalmente, ma solamente perché grazie a questa evoluzione sto ampliando molti orizzonti ed è importante mantenere una forte identità sul web… Per questo ora tutto ripartirà da un sito che ha il mio nome. Qual’è la ricetta quindi?… essere se stessi, saldi nel proprio modo di essere, professionali e con qualcosa di unico, speciale e personale da proporre a chi ti segue.

Sei una di quelle persone che prima di partire organizza tutto oppure preferisci andare all’avventura?


Quando inizia una nuova avventura so benissimo che non andrà mai come da programmi. Ho imparato che il bello del viaggio è sapersi adattare agli eventi e alle condizioni che ogni viaggio ti regala. Per dirti una percentuale… il 70% delle cose possono essere già “semi programmate/preventivate” ma il 30%, per fortuna, è completamente una scoperta e una sfida al buio.

Tra i tuoi tanti viaggi hai fatto tappa a Parigi, qual è l’angolo di questa città che ti ha lasciato senza fiato?
Certo sono stato a Parigi. Anche se a dire il vero non ho mai fatto, per ora, una puntata vera e propria qui. In ogni caso, ogni volta che torno in questa città la cosa certa è che mi rinnamoro sempre. Amo molto passeggiare per il quartiere Montmartre, guardare la Basilica del Sacro Cuore o perdermi per Place du Tertre, facendo due chiacchiere con gli artisti di strada.

 Basilica del Sacro cuore

C’è invece un aspetto di questa città che ti ha deluso? Se si, ti va di spiegarci il motivo?


Nessun luogo è perfetto… ma un vero viaggiatore ama viaggiare e basta… Ci saranno sempre delusioni in ogni cosa che si fa nella vita, nelle scelte che si prendono, dipende molto dallo spirito con cui decidi di viaggiare e soprattutto dipende dal tuo approccio alla vita. Se qualcosa ti delude dagli una seconda opportunità… magari non era il suo momento… ma in un’altra condizione potrebbe diventare davvero speciale. Vale per tutte le cose della vita… anche per gli ipotetici luoghi parigini che magari hanno deluso… 


Non puoi conoscere a fondo una città se non hai assaggiato la cucina locale, qual è la cosa più buona che hai mangiato a Parigi?
Stai parlando con un vero amante della cucina e soprattutto della gastronomia locale. Amo assaggiare ogni pietanza tradizionale di ogni luogo che visito. Naturalmente Parigi è una città ricca di spunti gastronomici e una vera giornata parigina inizia sempre con una ricca colazione a base di croissant, pain au chocolat e baguette con burro e marmellata. Amo mangiare soprattutto nei bistrot… Adoro l’Omelette accompagnato con formaggi tradizionali come il Beaufort o il Roquefort. Molto particolare e immancabile è anche la tradizionale Quiche, adoro questa tipica torta salata.





Che idea ti sei fatto dei parigini?
Parigi è unica, inimitabile e splendida. Una città che consiglierei a chi non l’hai mai visitata, ma soprattutto che riconsiglierei a chi l’ha già visitata… Lo stesso vale per i parigini… sono unici e inimitabili… a volte sembrano un po’ “strani” per i loro modi di essere, ma una volta abbattute le “barriere” è facile entrare in sintonia con il loro “stile”. Conosco molti parigini e ho trovato molte persone amichevoli e disponibili, alla fine sono degli ottimi compagni di avventure.





Stai già organizzando il tuo prossimo viaggio? Dove andrai?
Mai come adesso sono pieno di progetti, viaggi e nuove sfide. Nel canale Youtube è uscito un nuovo episodio video in Repubblica Dominicana e ora tra le tante cose, sto organizzando un nuovo episodio a Bermuda insieme all’ente turismo. Ormai fare questo lavoro mi mette in contatto con le persone anche grazie ai diversi social presenti nel web e proprio lì che condivido parte delle mie giornate con chi mi segue. Porto con me coloro che vogliono partecipare ai miei viaggi, creando un team di amici virtuali che mi seguono anche nei vari eventi e momenti della giornata. È proprio questa la bellezza e il potere dei social.. Quindi, oltre che nel mondo… vi aspetto anche li…





 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
      

Tour e biglietti imperdibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.