Museo Picasso Hotel Salé

Museo Picasso, Parigi

2 commenti / di Carlo Galici / aggiornato: 2 novembre 2017

Situato nell’Hotel de Sale, monumento storico nazionale dal 1968, il Museo Picasso apre al pubblico nel 1985, al termine della ristrutturazione del palazzo seicentesco affidata all’architetto Roland Simounet; Picasso trascorse gran parte della sua vita a Parigi, contribuendo alla crescita artistica e culturale di Montmartre. Visto l’intenso legame fra l’artista spagnolo e la capitale francese, l’idea di un museo tematico nacque a pochi mesi dalla sua morte, avvenuta nel 1973, e divenne realtà pochi anni dopo.

Il museo, dopo essere stato chiuso per ristrutturazione per 5 anni, riapre in una veste completamente rinnovata nell’anniversario della nascita di Pablo Picasso, il 25 ottobre, del 2014.

Il museo ristrutturato occupa interamente l’edificio ed è suddiviso in 34 sale per 3800 mq di esposizione (contro le 24 sale e i 2300 mq ante ristrutturazione) per un flusso stimato di 850mila visitatori all’anno (con il picco di un milione per i primi 12 mesi di riapertura).

La collezione è composta dalla “dation Picasso” (cioè da opere artistiche di Picasso pagate allo Stato dagli eredi al posto delle tasse di successione, come da accordi con Picasso), arricchita nel tempo da ulteriori acquisizioni. La peculiarità dell’esposizione parigina, rispetto agli altri musei completamenti dedicati a Picasso nel mondo, è la presentazione dell’opera picassiana a 360 gradi: oltre ai quadri, è possibile visionare schizzi, bozzetti, sculture, incisioni, così come fotografie e film-documentari che rappresentano tutto il processo creativo di Picasso.

Le opere provenienti dalla personale collezione di Picasso sono state donate nel 1973 e nel 1978, sotto il vincolo che non potessero mai essere oggetto di esposizioni temporanee in altri musei , francesi e mondiali, fra cui disegni di De Chirico, Degas, maschere africane pitturate da Matisse, Cezanne, Renoir, Braque o Modigliani.

La donazione da parte di Jacqueline Picasso di sculture, disegni e schizzi dell’ultimo periodo arricchisce la collezione nel 1990, mentre è del 1992 la donazione allo Stato degli archivi personali di Picasso.

Al Museo Picasso di Parigi è, quindi, possibile visionare più di 300 dipinti (fra cui l’autoritratto, “Il flauto di Pan” e “La Celestina”) che vanno dal primo periodo, il Blu, fino alle ultime produzioni; una ricca collezione dei disegni preparatori alle “Madamoiselle d’Avignone”, numerose testimonianze del periodo cubista, nonché una serie di dipinti ispirati dalle atrocità della guerra civile spagnola.

Museo Picasso, Parigi

Per quanto riguarda gli oggetti lavorati da Picasso, il museo ospita una ricca collezione di sculture fra cui quelle lignee e bronzee dell’età protocubista, cubista e i busti in gesso. L’esposizione è corredata di riferimenti fotografici relativi alle opere scultoree picassiane.

Quasi 4000 esemplari testimoniano l’eclettico uso picassiano della carta che, oltre che ad aver immortalato la talentuosa padronanza dei più diversi materiali (carboncino, matita, acquerello, …), fu sempre al centro della creatività di Picasso e, usata in diversi modi (stropicciata, strappata, incollata) fu fonte di infinita ispirazione.

Attento anche all’evoluzione artistica coniugata alle moderne tecnologie, Picasso creò un grande archivio fotografico: nel museo sono raccolte fotografie scattate da lui e anche quelle di grandi fotografi del XX secolo (fra cui Henri Cartier-Bresson e Robert Doisneau). Infine, il museo conserva manoscritti, corrispondenza personale, conti, cataloghi di mostre che l’artista mise da parte nel corso della sua vita e circa 50 esemplari d’arredamento disegnati da Diego Giacometti appositamente per l’Hotel Sale.

Dove:

Hôtel Sale 5, rue de Thorigny 75003 Parigi

Accessibilità:

È completamente accessibile a visitatori con disabilità

Come arrivarci:

Métro: Saint-Paul (linea 1) o Chemin vert (linea 8 ) – Bus : 29, 96, 69, 75

Orari:

è aperto dal martedì al venerdì dalle 11,30 alle 18 e dalle 9,30 alle 18 il sabato e la domenica; il terzo venerdì del mese, il museo è aperto dalle 11,30 alle 21. Chiuso il lunedì, il 25 dicembre, il 1° gennaio e il 1° maggio.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
      

Tour e biglietti imperdibili

2 commenti su “Museo Picasso, Parigi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.