Statua della libertà sulla Senna a Parigi

10 cose da fare a Parigi

L’idea di questo articolo è nata a seguito di una “discussione” avvenuta qualche mese fa con mia moglie, quando le proposi per l’ennesima volta come meta di viaggio, Parigi, bien sûr.

Non che a lei non piaccia Parigi, anzi, però negli ultimi anni l’ho portata così spesso, che aveva paura avessimo visto e fatto già tutto.

Per cui questo articolo può essere utile a chi cerca di convincere il proprio compagno/a di viaggio, che bisogna ritornare a Parigi perché le cose da fare e vedere sono sempre tantissime o semplicemente a chi è in cerca di cose nuove da fare.

Visitare le Catacombe

Le catacombe di Parigi
Cosa c’è di meglio di un labirinto fatto di passaggi oscuri e stretti a 20 metri sotto terra con i resti di circa 6 milioni di parigini, tra cui diversi personaggi famosi?

Si tratta di un vero e proprio viaggio nel tempo, alla scoperta di una Parigi che non sapevate nemmeno esistesse.

Le Catacombe si trovano in una cava di pietra la cui origine risale indietro nel tempo quando Parigi era ricoperta da un mare tropicale.

Dove si trovano

Avenue du Colonel Henri Rol-Tanguy, 1

Promenade Plantée

Promenade Plantée, Parigi
La promenade plantée, conosciuta anche come Coulée Verte (il percorso verde), attraversa tutto il 12e arrondissements (Bercy-Gare de Lyon) di Parigi per la sua lunghezza di 4,5 km.

Il parco è stato ricavato da una vecchia linea ferroviaria, che collegava Place de la Bastille a Varenne-Saint-Maur.

Dopo essere andati 20 metri sottoterra, cosa c’è di più piacevole, di una passeggiata su questo parco sopraelevato?

Dove si trova

44, rue de Lyon

Shakespeare and Company: l’atmosfera Bohémien che resiste

Shakespeare and Company, Parigi Il tempo non ha scalfito l’amore tra la letteratura e la Rive Gauche di Parigi. Shakespeare and Company non era solo una libreria, ma fungeva anche da editore e ospitava gli aspiranti scrittori squattrinati. Fu aperta nel 1919 dall’americana Sylvia Beach e divenne celebre anche grazie alla citazione nel libro di Hemingway, Festa mobile.

Fu il punto d’incontro di autori come lo stesso Hemingway, Francis Scott Fitzgerald, James Joyce e tanti altri, fino alla chiusura nel 1941 a seguito dell’occupazione nazista di Parigi.

La libreria che possiamo visitare ancora oggi è stata aperta nel 1951 da George Whitman e attualmente è gestita dalla figlia. Inizialmente si chiamava Le Mistral, ma dopo la morte di Sylvia Beach, le venne dato il nome Shakespeare and Company, per renderle omaggio.

Nel corso degli anni ’50 anche questa libreria divenne il punto d’incontro degli autori della beat generation; tra tutti possiamo citare Allen Ginsberg.

La libreria si trova al 37 di rue de la Bûcherie, lungo la Senna di fronte al Notre Dame.

Dove si trova

37, Rue de la Bûcherie

Père Lachaise: la città dei morti

Cimitero Pere Lachaise, ParigiPenserete che sia un po’ dark, dato che dopo le catacombe metto in questa lista anche il cimitero di Père Lachaise.

Ma vi assicuro che vale veramente la pena spendere qualche ora all’interno.

Il cimitero, situato nella zona nord-est della città, è molto celebre in quanto ospita le spoglie di tanti personaggi famosi. Tra i primi ad esservi sepolti, troviamo Abelardo ed Eloise. Da citare Oscar Wilde, Proust, Jim Morrison, la grande Edith Piaf, Modigliani e potremo continuare per delle ore.

Non vi sarà difficile trovare le tombe: all’entrata potrete richiedere una mappa del cimitero, in cui è indicata la posizione delle varie lapidi.

Dove si trova

Boulevard de Ménilmontant

Istituto del Mondo Arabo

Istituto del Mondo Arabo, ParigiSi stima che nel Paese transalpino, su 62 milioni di abitanti, circa 7 abbiano radici arabe. Per questo non deve sorprenderci che la Francia, insieme a 22 nazioni arabe abbia fondato l’Institut du Monde Arabe.

Ciò che sorprende è l’edificio che ospita l’istituto, una delle costruzioni contemporanee di Parigi più belle. Nel lato sud, l’architetto Jean Nouver ha progettato un intricato reticolo di aperture fotosensibili, che si aprono e chiudono per modulare la luce che entra.

All’interno è ospitata una collezione permanente, che spazia in millenni di arti arabe, invenzioni e opere. Ospita anche mostre temporanee.

Dove si trova

1, Rue des Fossés Saint-Bernard

Statua della Libertà

Statua della Libertà, ParigiNon è necessario arrivare fino a New York; per ammirarla è sufficiente una passeggiata sull’isola dei cigni, un isolotto artificiale lungo 850 metri e largo 11.

E’ una passeggiata piacevole dove è possibile ammirare la replica in miniatura della Statua della Libertà e anche la Tour Eiffel (quella originale).

La Statua della Libertà è rivolta verso ovest, in direzione della sorella maggiore e nella tavola della mano sinistra sono incise due date: 4 luglio 1776 (anno dell’Indipendenza americana) e 14 luglio 1789 (Presa della Bastiglia).

Un ottimo punto d’osservazione è il Ponte Mirabeau: avremo la Statua della Libertà e la Tour Eiffel sullo sfondo.

Se volete ammirare un’altra Statua della Libertà, nei Giardini del Lussemburgo si trova la prima realizzata, utilizzata da Bartholdi come modello per quella donata agli Stati Uniti.

Dove si trova

Allée des Cygnes

Una gita fuori città

Tour fuori ParigiUn altro buon motivo per tornare a Parigi è fare una gita fuori città, magari una che vada oltre Disneyland!

Come non iniziare da Versailles? Ci siete già stati? Allora un tour in giornata potremmo farlo visitando i Castelli della Loira, il Castello Vaux-le-Vicomte o l’affascinante Mont Saint Michel.

Come vedete c’è tanto da scoprire nei dintorni di Parigi.

Tour del cioccolato

Cioccolato a Parigi
Lo ammetto è un colpo basso prenderla per la gola!

Il centro del cioccolato parigino, ma potremo dire francese, è il quartiere di Saint-Germain-des-Prés. In un solo pomeriggio, gli amanti del cioccolato potranno gustare i ganache più cremosi al mondo, profumati tartufi, bon bon ripieni al liquore, praline e potrei continuare all’infinito.

Racchiuse in pochissimi chilometri, possiamo trovare le migliori cioccolaterie parigine.
Da non perdere:
– Pierre Hermé (72, rue Bonaparte) conosciuto come il Picasso della Pasticceria;
– Gérard Mulot (76, rue de Seine) il cui negozio racchiude boulangerie, patisserie e cioccolateria;
– Pierre Marcolini (89, rue de Seine) ottimo cioccolatiere belga;
– Chocolat De Neuville (29, rue de Buci);
– Debauve et Gallais (30, rue des Saints-Peres) è la più antica cioccolateria di Parigi e opera in questo indirizzo dal 1818.

Anche solo ammirare le vetrine, assomiglianti più a quelle di una gioielleria che a una pasticceria è un’esperienza unica. Scoprite di più sulle migliori cioccolaterie di Parigi.

Visitare l’ultima vigna di Parigi

Vigna di MontmartreSpesso il giro turistico tipico di Montmartre prevede una passeggiata a Place du Tertre, un’arrampicata fino alla Basilica del Sacro Cuore, qualche foto e quindi di nuovo giù per la città.

Prima di scendere dalla collina, continuate verso ovest rispetto alla basilica, su rue des Cortot, quindi passate il Musée de Montmartre e scendete in rue des Saules. Potrete ammirare l’ultima vigna di Parigi.

La vigna risale al 1932. E’ possibile trovare 27 varietà di vini con una produzione di circa 1000kg di uva.

A ottobre, ogni anno quando si tiene la vendemmia è possibile visitare la vigna e inoltre ci sono tanti eventi carini a contorno.

Dove si trova

Rue des Saules

Una serata alla casa delle “canzoni, dell’umorismo e della poesia”

Lapin Agile, Parigi
Tutto questo è racchiuso al celebre cabaret Au Lapin Agile (il coniglio agile), storico locale di Montmartre (di fronte alla vigna) che fornisce un’autentica esperienza francese.

La sua fama è dovuta alle frequentazioni dei grandi artisti. Infatti un tempo vi passavano qui le serate, gente del calibro di Picasso, Maurice Utrillo, Charlie Chaplin, ecc…

Picasso fece un dipinto “At the Lapin Agile” ospitato al giorno d’oggi al Metropolitan di New York e lo stesso Utrillo fece un dipinto chiamato “La petite maison rose”.

Se volete vivere una Parigi d’altri tempi questo è il posto giusto.

Dove si trova

22, Rue des Saules

Cosa ne dite, vi ho fatto venire voglia di tornare a Parigi? Lascia un commento per suggerire altre cose da fare a Parigi.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

Potrebbe interessarti leggere anche:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *